Power Portal Logo

QUALITÀ


I consumatori fanno attenzione alla qualità del pellet

I consumatori nell’acquisto dei pellet danno importanza soprattutto alla loro qualità. Questo dato risulta da un sondaggio online dell’Istituto Tedesco per il pellet (DEPI). Per quasi la metà dei partecipanti al sondaggio la cosa più importante è la qualità del prodotto (48%). Il secondo punto è la provenienza regionale del pellet (22%). Solo per il 18% è decisivo il prezzo del pellet. “Il nostro sondaggio mostra chiaramente che il consumatore acquistando il pellet vuole risparmiare energia, aspettandosi quindi in prima linea del pellet d’alta qualità”, dice il direttore del DEPI, il Sig. Martin Bentele.A questo sondaggio hanno partecipato 250 proprietari di riscaldamenti a pellet. Alla domanda, cosa contraddistingue un pellet di qualitá, un terzo ha risposto “un marchio di qualità” e “poche polveri”. Per circa un quinto degli intervistati (18%) il basso contenuto di ceneri è anche un sinonimo di qualità. Bentele sottolinea che i risultati del sondaggio convalidano l’introduzione del marchio ENplus: “ENplus garantisce al consumatore sempre dei pellet perfetti e un riscaldamento perfettamente funzionante.” Questo marchio certifica la qualità oltre che durante la produzione del pellet anche in tutta la catena di distribuzione, dal produttore passando per il grossista fino al fornitore e alla consegna presso il consumatore finale.

Come Riconoscere il Pellet di Qualità


pellet scadente

Il pellet stà riscuotendo un successo sempre maggiore e la sua richiesta è in costante aumento, tutto questo naturalmente ha dei sensibili riflessi sul mercato e sul prezzo. Negli ultimi anni infatti il prezzo del pellet è aumentato sensibilmente, pur rimanendo molto conveniente rispetto a quello dei tradizionali combustibili fossili.
Sul mercato, da sempre dominato da paesi come il Canada, la Svizzera, la Svezia, la Germania e l'Austria, sono apparsi nuovi produttori e commercianti e Pellets di differenti varietà e qualità. La convenienza del Pellet è data principalmente dal suo basso costo e soprattutto dalla sua alta resa calorifica, questa però dipende dalla qualità del legno utilizzato per la sua produzione.
In generale possiamo dire che il pellet migliore è quello ottenuto dal legno vergine di Abete, deve avere un colore chiaro, deve riportare sulle confezioni le etichette in cui sono descritte tutte le caratteristiche del prodotto (potere calorico, luogo di provenienza, umidità, diametro, ecc...), e soprattutto le varie certificazioni di qualità secondo le normative internazionali come la O-NORM M7135 e la GOLD PELLET, con i relativi numeri di registrazione delle suddette certificazioni presso gli organi di competenza. Il pellet deve avere forma e misure regolari e corrispondenti a quelle indicate sulle confezioni, non ci devono essere eccessivi residui di segatura ed il pellet deve essere liscio, compatto e lucido. Naturalmente esistono pellet di qualità differenti, vista l'elevata richiesta, alcuni produttori di pellets improvvisati utilizzano materiali che in passato venivano scartati come ad esempio le cortecce degli alberi, segature di varia provenienza, ramaglie, legname di recupero, mobili vecchi, ecc. con inevitabile uso di collanti chimici. Il modo più semplice per riconoscere questi pellet è il colore (oltre al prezzo): più il pellet è scuro, più dobbiamo prestare attenzione, ed occorre valutarlo bene, verificare la provenienza e la conformità alle normative internazionali e naturalmente fidarsi del proprio rivenditore.
C'è da dire inoltre che le stufe a pellet normalmente vengono tarate e collaudate ipotizzando un loro utilizzo con pellet CERTIFICATO O-NORM M 7135.
Utilizzando pellet diversi sicuramente riscontreremo dei malfunzionamenti, incrostazioni del braciere (quindi anche allʼinterno della stufa e della canna fumaria), vetro eccessivamente sporco e rese minori. Alcune ditte produttrici di stufe a pellet del nord Europa, riconoscono la garanzia sui loro prodotti solamente se vengono utilizzati pellet CERTIFICATI, questo per ridurre notevolmente le assistenze tecniche e pulizie interne.
La Ö-Norm M 7135 punta realmente alla certificazione dei pellet di qualità. Da sottolineare, in particolare, il regolamento sul controllo esterno della produzione (controlli non prestabiliti degli stabilimenti produttivi da parte di istituti di controllo incaricati dagli Organi governativi) e l'esecuzione della prova (completamente tralasciata nella DIN 51731) dellʼabrasione dei pellet di legno. Il pellet da noi fornito è certificato secondo ,Ö-Norm 7135 e Gold Pellet, stiamo aspettando il nostro N°di Registrazione alla più rigida EnPlus. “POWER-PELLET” è ottenuto utilizzando solamente segature d'abete rosso vergine assolutamente senza collanti chimici o altre sostanze artificiali che ne aumentino il peso. Questo per garantire un prodotto veramente ecologico, con una elevata resa calorifica ( 5,300 kw/h ). Inoltre “POWER-PELLET” ha un contenuto di umidità inferiore all' 8% e non contiene corteccia o altre impurità, cenere residua minore del 0,3 % .

Power Pellet pellet certificato

POWER-PELLET

materia prima d'origine:
LEGNO VERGINE - 100% ABETE

CERTIFICATO O-NORM 7135


Sacchi da 15 kg
Bancali da 70 sacchi
Big-Bag da circa 1100 kg

Specifiche Tecniche

densità apparente: 685 Kg/m³
agenti leganti: non presenti
potere calorifico: 5,3 kw/h
lunghezza: 5-25 mm max
ceneri ( 815° ) < 0,3%
diametro: 6 mm
umidità <8%
azoto < 0,3%
cloro < 0,01%
zolfo < 0,04%
Power Pellet sacco pellet

PER INFORMAZIONI E PREZZI